Melfi, 1000 Anni di storia, arte, cultura e falconeria

12, 13, 14 OTTOBRE 2018

“Melfi Capitale della Falconeria”: rievocazioni storiche, convegni e mostre sull’Arte della Falconeria nel weekend 12 -14 Ottobre 2018 a Melfi per un viaggio nel cuore della cultura.

 

Evento organizzato dal Comune di Melfi in collaborazione con il G.F.I. - Gruppo Falconieri Italiani, l’Arci Caccia, l’Associazione Falconieri del Melfese Nino Laviano, il Gruppo Falconieri “De Arte Venandi”, la Regione Basilicata, il Fondo per lo sviluppo e la Coesione e l’Apt Basilicata.

 

Mostre fotografiche di Serena Galvani “ARIA, UOMINI, FALCHI” e “Stupor Mundi”.

 

Ospiti dell’evento anche Santa De Santis e Alessandro D’Ambrosi, coinvolto sul set della nuova serie televisiva comedy di FOX intitolata “Romolo + Giuly: la Guerra Mondiale Italiana”.

 

Melfi - 1000 anni di storia”, una manifestazione evocativa che vede protagonista per tre giorni dal 12 al 14 ottobre 2018 la Città di Melfi con la sua storia e quella dell'Imperatore Federico II di Svevia.
Commemorazioni, mostre fotografiche, conferenze, rievocazioni storiche, cortei e stand medievali, musica e la promozione dell'Arte della Falconeria saranno al centro di questi festeggiamenti a viva memoria di ciò che questi Mille anni rappresentano per la città e il territorio.

L’identità di Melfi porta con sé tradizioni che vedono nel suo passato forti legami con l’antica Arte della Falconeria: nel 1231 Federico II, Imperatore del Sacro Romano Impero, vi promulgò le Costituzioni omonime divenute la base del codice legislativo del Regno di Sicilia, ma egli dedicò anche gran parte della sua vita alla redazione del trattato “De Arte Venandi cum Avibus”, vero e proprio manuale della pratica venatoria attuata con i rapaci.

 

Per il Sindaco Livio Valvano: “La Città delle Costituzioni emanate da Federico II di Svevia nel 1231 è lieta di ospitare un importantissimo evento culturale organizzato in collaborazione con il Ministero della Cultura nelle giornate del 12, 13 e 14 ottobre. In questi tre giorni a Melfi la Falconeria Internazionale troverà la sua casa accogliente insieme ai luoghi cari all'Imperatore svevo che hanno ispirato la sua nota ed attualissima opera scientifica contenuta nel “De Arte Venandi Cum Avibus”.

Melfi, che proprio in queste settimane celebra il suo compleanno millenario della fondazione della fortificazione ad opera dei bizantini, è sempre stata un crocevia geo-strategico dove popoli, culture e religioni si sono incontrati nella storia. Mi piace considerare come le stesse ragioni che indussero i normanni ad insediare a Melfi la Capitale del loro Stato nella fase nascente, il Ducato di Puglia, siano le stesse che a distanza di mille anni hanno indetto la Fiat, oggi Fca, a localizzare il loro più grande stabilimento industriale automobilistico del Continente Europeo.

Nella tre giorni a Melfi vivremo emozioni positive generate da giochi, animazione, spettacoli, intrattenimento ed enogastronomia insieme alla stimolante Conferenza Internazionale coordinata dall'efficientissimo Ufficio Unesco del MIBAC.

Con le associazioni dei falconieri l'esperienza culturale, di chi avrà voglia di fare un viaggio nelle fondamenta della cultura europea, sarà ancora più affascinante.”

 

Massimiliano Mora, Presidente del G.F.I., dichiara:” Nel 2017 è nata una collaborazione con l’”Associazione De Arte Venandi” di Melfi che mi ha permesso di partecipare lo scorso anno al “Memorial Arpa”, una manifestazione interamente dedicata alla falconeria.

La conoscenza con il sindaco di Melfi Livio Valvano ci ha permesso di pensare e progettare insieme al Comune una manifestazione internazionale per dare lustro all’Arte della Falconeria, che nel 2016 ha ottenuto, anche in Italia, il riconoscimento Unesco come patrimonio immateriale dell’umanità e che vede come protagonista la città con la sua storia e quella di Federico II.”

 

L’evento ospiterà le mostre “ARIA, UOMINI, FALCHI” e “Stupor Mundi” di Serena Galvani.

L’idea del libro di Serena Galvani “ARIA, UOMINI, FALCHI” è nata tra le onde del mare quando l’Autrice ha portato rapaci e falconieri a bordo di “ARIA”, un’imbarcazione da regata del 1935, tra le più importanti del Mediterraneo per restauro e palmarès velico, in occasione dell’ottantesimo compleanno dell’imbarcazione.

Da quelle e molte altre fotografie scattate in cinque anni di raduni di Falconeria sono scaturite immagini esaltate dalla potenza espressiva del bianco e nero che si snodano in un racconto in cui i temi s’incarnano negli sguardi fieri di uomini e rapaci, in vele e ali, in paesaggi, così da restituire allo spettatore una memoria che porta dentro di sé i segni di lontani antenati.

 

Serena Galvani ha voluto intitolare “Stupor Mundi” la sua Mostra per raccontare, in 7 intense immagini, quell’ excursus temporale ed esoterico concernente non solo il grande Imperatore Federico II e il suo castello, ma anche il passato medievale di Melfi, città ricca di importanti testimonianze storiche e artistiche. 

Con le sue fotografie Serena Galvani propone un breve viaggio nel tempo affinché lo spettatore possa riconoscersi nei segni del suo passato e nelle sue tradizioni. In questo senso la sua Opera ci riporta a un punto di riferimento di cui l’uomo moderno ha sempre più bisogno: la riscoperta del proprio “genius loci”, chiave di volta per comprendere pienamente il tempo in cui viviamo.

 

Ospiti dell’evento Alessandro D’Ambrosi e Santa De Santis. Registi, attori e sceneggiatori, collaborano dal 2006 scrivendo e dirigendo progetti per teatro, cinema e tv. 

Alessandro D’Ambrosi vola a Melfi direttamente dal set della nuova serie televisiva comedy di FOX intitolata “Romolo + Giuly: la Guerra Mondiale Italiana”, in cui interpreta il ruolo del protagonista Romolo Montacchi. Dal 2008 al 2015 è stato il Dott. Orsini nella serie Tv “Un medico in famiglia”, è autore e regista, insieme a Santa, di spot tv (Green Vision, Sky Cinema, Enel Open Fiber, Motta) ed è in preparazione del suo lungometraggio d’esordio.

 

Il primo cortometraggio di Santa e AlessandroNostos”, selezionato in oltre 150 Film Festivals in tutto il mondo, vince più di 80 premi internazionali. “Buffet”, il loro secondo cortometraggio, è attualmente in distribuzione festivaliera e ha già ricevuto più di trenta riconoscimenti, fra cui vincitore di Cortinametraggio, candidato finalista ai Nastri d’Argento 2017, secondo classificato ai Globi d’oro 2017, acquistato da Studio Universal, selezionato dal Centro Nazionale del Cortometraggio come uno dei 10 film più rappresentativi del panorama nazionale e distribuito in Ambasciate, Consolati e Istituti italiani di cultura in tutto il mondo.

 

(Com. st. "Reef Comunicazione").

 

 

Torna indietro